giovedì 11 marzo 2010

Crostata con crema e marron glacé


Domenica scorsa avevo deciso che avrei preparato una crostata di quelle belle caloriche. Se le cose vanno fatte, bisogna farle bene, giusto? E quindi, avevo decretato crema e marron glacé, per la gioia di mia mamma, che ne va matta. In famiglia purtroppo c'è sempre chi non apprezza qualcosa, in questo caso i marron glacé (cosa di cui proprio non mi capacito...) e quindi ho dovuto pensare ad un'alternativa anche per padre e fratello, andando a preparare due crostate piccole con cottura cieca (cioè senza ripieno). Ma la seconda crostata la vedremo la prossima volta.

Ingredienti
frolla (la ricetta la trovate qui)
7 marron glacé

Per la crema pasticcera
1/2 litro di latte
6 cucchiaini di zucchero
2 cucchiai di farina
mezza bacca di vaniglia
1 tuorlo

Preparazione
Preparate al solito la frolla (nel link che vi ho indicato tra gli ingredienti trovate anche il procedimento). Fatela riposare una mezzora, quindi stendetela nella tortiera, bucherellatela per bene con una forchetta e rimettetela in frigo un'altra mezzora, in modo che la pasta si adatti per bene alla forma della tortiera e si gonfi meno in forno.
Fate quindi cuocere in forno già caldo la crostata a 180° per circa un quindici/venti minuti. Tenetela d'occhio, basta dimenticarsela un attimo per farla cuocere troppo.
Preparate la crema. In un pentolino, riscaldate il latte con la mezza bacca incisa e raschiata di vaniglia. Intanto, in un altro pentolino sbattete tuorlo e zucchero con un frustino a mano fino a che il composto non diventi bello chiaro. A quel punto, aggiungete il primo cucchiaio colmo di farina, passata prima al setaccio, ed amalgamate per bene, non devono esserci grumi. Togliete il latte ormai bollente dal fuoco, aggiungete un piccolo goccio di latte per stemperare il composto, ed unite quindi il secondo cucchiaio colmo di farina setacciata. Mescolate per bene con il frustino a mano, cercando di andare ad evitare la formazione di grumi: l'aggiunta di quel goccino di latte prima di versare il secondo cucchiaio di farina vi agevola notevolmente il compito. A questo punto, facendolo passare da un colino per eliminare i residui di vaniglia, versate nel pentolino con tuorlo,zucchero e farina il rimanente latte, a poco a poco, continuando a girare. Nonostante andrete ad utilizzare il colino, sappiate che rimarranno comunque dei puntini della vaniglia nella crema. Mettete quindi il pentolino con la crema sul fuoco e continuate a girare, fintanto che la crema non si addenserà (questo momento solitamente corrisponde all'inizio dell'ebollizione).
Una volta pronta la crema, trasferitela in una ciotola per farla raffreddare più in fretta e copritela con della pellicola per evitare che si vada a formare la pellicina.
Una volta raffreddata la crema, spezzettate 6 marron glacé, amalamateli alla crema, versatela nella vostra crostata e guarnitela con un marron glacé intero in mezzo!

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento